Incontri molto piccanti …. a volte le dimensioni contano

Ieri sera ho incontrato un amico che non vedevo da parecchio tempo. Bello, alto muscoloso e ……nero. Un solo sguardo mi ha fatto venire un’incredibile voglia di scopare, così l’ho invitato a casa mia con un unico intento, farmi sbattere da quel cazzo enorme. Mi rendo conto di avere una perversa dipendenza dal sesso, ma è più forte di me….Ho iniziato a leccarare i suoi muscoli duri come marmo, i suoi addominali, e sono scesa in basso sino all’uccello. Le dimensioni erano a dir poco esagerate, era caldo e molto duro e desideravo soltanto continuare a leccare e succhiare. La mia figa era tremendamente bagnata e non resistevo più all’idea di essere cavalcata a dovere. Mi sono girata di spalle in attesa che quel coso gonfio, dritto e grosso mi allargasse la passera. Poi l’ho sentito spingere forte ed entrare tutto, fremevo e godevo come una vacca ed inarcavo la schiena ogni volta che le sue palle sbattevano contro le mie cosce. Era inarrestabile, continuava a entrare ed uscire e lo spingeva sempre più a fondo, tanto da non farmi capire più niente sino a che non ho raggiunto l’orgasmo. Me l’ha risbattutto in bocca, la cappella era ancora più grossa e quasi non entrava, mi ha scopato la bocca sino a sborrare e mi ha riempito con uno squisito flusso di sperma bollente.

Stai cercando situazioni intriganti ed emozioni insolite? Chiamami e scopri insieme a me i piaceri più estremi del sesso telefonico.

 

Ti potrebbe anche interessare: