Pompino inaspettato al mio capo in ufficio

Ginevra ed il capoCiao ragazzi! Ho una nuova ed eccitante storia di sesso da raccontarvi e non vedevo l’ora di essere qui davanti al pc per raccontarvi ogni minimo particolare….

Come ogni giorno mi trovavo al lavoro, in ufficio, come al mio solito ero vestita in maniera abbastanza elegante, avevo un top rosso ed una gonna fino poco sopra il ginocchio, ovviamente entrambi estremamente attillati per poter mettere in risalto il mio corpo da top model.

Ad certo punto il mio capo mi chiamò nel suo ufficio. Entrai sculettando e lui era seduto nella sua poltrone vestito con un completo di giacca e pantalone di colore beige, era al telefono e dopo avermi guardata dall’alto in basso mi chiese velocemente di portagli un thè caldo.

Una volta pronto rientrai nel suo ufficio e lui aveva appena chiuso la telefonata, credo si trattasse di una conversazione importante perché si stava rilassando massaggiandosi le tempie con le dita. Nel preciso istante in cui stavo appoggiando la tazza di thè accanto a lui uno squillo improvviso del telefono mi fece fare un sobbalzo per la paura ed il thè si rovesciò proprio sui suoi pantaloni.

Andai velocemente in bagno a recuperare dei fazzoletti per asciugarlo e riparare al danno fatto ma, nel frattempo il suo telefono suonò nuovamente… era un nostro cliente che lo stava contattando per avere delle informazioni su una pratica in sospeso. Una volta presi i fazzoletti mi avvinai a lui per potergli tamponare i pantaloni.

Non so se per via del thè caldo, se a causa della situazione o semplicemente per via della mia scollatura una volta chinata su di lui notai subito che il suo cazzo si stava vistosamente gonfiando…Eh si, si stava eccitando ed io non potei fare a meno di lanciargli un’occhiatina maliziosa alla quale lui contraccambiò con ammiccando mentre continuava a parlare al telefono.

Visto che il danno fatto era a causa mia e che quel cazzone così grosso stava diventando sempre più duro decisi di farmi perdonare a modo mio… Ho iniziato a slacciare con delicatezza la sua cintura, poi il bottone e la cerniera dei pantaloni che tenevano in gabbia il suo uccello!

Gli tirai fuori il cazzo dalle mutande ed era durissimo, iniziai a massaggiarlo con le salviette profumate che avevo preso in bagno mentre lui continuava a parlare al telefono come se niente fosse, o quasi.

Ad un certo punto la mia lingua si posò delicatamente sulla sua cappella e lo bacai delicatamente fino a far entrare, a poco a poco, tutto il suo cazzo nella mia bocca. La mia lingua continuava a scorrere lungo il suo cazzo, dalla cappella fino alle palle. Lo leccavo con passione e la mia testa scivolava su e giù tra le sue gambe.

Notai che il tono della sua voce stava vistosamente cambiando timbro, fino a quando iniziò veramente ad avere difficoltà nel seguire un ragionamento logico di ciò che stava dicendo. Presi un ritmo sempre più veloce e la mia bocca carnosa succhiava il suo cazzo sempre con maggiore forza.

Le sue gambe iniziarono a tremare e con una mano iniziò a premere sempre con più forza la mia testa verso il suo cazzo, così da farmelo ingoiare proprio fino infondo. Era talmete grosso che quasi mi tolse il respiro.

Il suo cazzo iniziò a pulsare fino a quando un’eruzione di sborra non uscì dal suo uccello e riempì la mia bocca. Ingoiai con piacere tutta la sua sborra, fino all’ultima goccia e continuai a leccargli generosamente il cazzo per ripulirlo completamente.

La sua voce a poco a poco tornò normale ed il suo cazzo diventò moscio, a  quel punto gli feci un sorriso con la bocca ancora umida della sua sborra e lui contraccambiò con un sorriso.

Ripresi così la mia normale attività lavorativa e lo lasciai in ufficio ancora impegnato al telefono con il nostro cliente mentre con una mano stava cercando di riabbottonare i pantaloni e la cintura.

Se la mia storia ti ha eccitato ed anche tu vuoi avere un orgasmo chiama il mio numero 899.11.11.16 e faremo del sesso telefonico veramente unico perché io non vedo l’ora di farti godere e  far sborrare il tuo cazzo!!

Ti potrebbe anche interessare:

Il mio pompino con ingoio al dentista del paese

pompino dal dentistaCiao ragazzi! Sono sempre più convinta che i dottori, in generale, siano persone davvero molto eccitanti. La maggior parte di loro infatti danno l’impressione di essere persone distinte e distaccate rispetto ai loro pazienti, anche di fronte ad una bella ragazza socievole e sexy come me. In particolare ho sempre avuto un debole per il mio dentista per questo ieri, in occasione di una visita di controllo da lui, ho deciso di vestirmi in maniera particolarmente provocante.

Avevo indossato una minigonna nera attillata, uno di quei modelli che mostrano ogni curva del corpo di una donna e sopra un top leggermente scollato.

Sono entrata nello studio e da subito ho sentito su di me lo sguardo pungente della segretaria, una tipa sulla cinquantina con gli occhialini da professoressa. È stata lei ad annunciare al Dottore il mio arrivo.

Ho varcato la porta della sala visite curiosa di capire se avrei attirato la sua attenzione con il mio abbigliamento ed il push up che si intravedeva dalla scollatura del top. Le risposte hai miei dubbi le ho avute appena i suoi occhi si sono posati su di me. Mi sono sentita soddisfatta, la cura che avevo messo nello scegliere l’abbigliamento indossato era stata ripagata!

Rimasti soli per la visita è venuto dietro di me per allacciare il bavaglio tipico di una visita dentistica e le sue mani hanno sfiorato i miei fianchi. Ho sentito un brivido di eccitazione salirmi ungo la schiena così, ho deciso di prendere la palla al balzo e mi sono girata mettendomi di fronte a lui, l’ho guardato dritto negli occhi per poi posare lo sguardo sulle sue morbide e carnose labbra.

Ho avvicinato a poco a poco la mia bocca e l’ho baciato con la lingua, è stato un bacio lungo e passionale. La sua barbetta faceva un lieve solletico sulle mie guancie e questo non faceva che aumentare il mio desiderio di lui.

Certa di non poter far rumore perché altrimenti avrei incuriosito la segretaria che si trovava nella stanza accanto mi sono inginocchiata a lui. Con molta delicatezza ho slacciato la sua cintura e le calze, che sono cadute subito ai suoi piedi. A quel punto il mio viso era esattamente al’altezza del suo uccello.

Il dottore era eccitato ed ha iniziato ad esserlo ancora di più quando gli ho abbassato lo slip che indossava. Ero talmente vicina a lui che poteva sentire il mio respiro nel cazzo e questo lo stava eccitando, me ne accorgevo perché ad ogni mio respiro gli veniva la pelle d’oca nelle gambe ed il suo uccello si gonfiava sempre di più.

Con naturalezza ho preso il suo uccellone tra le mie mani e inizialmente l’ho accarezzato con dolcezza, capivo che gli piaceva perché il cazzo, già duro da prima, si era gonfiato ulteriormente. Più il ritmo delle mie mani si velocizzava maggiori erano i gemiti di piacere che uscivano dalla sua bocca.

Stavo facendo una sega al mio dentista e addirittura in orario di visite…. Questo mi eccitava da morire e con una mano ho iniziato a toccarmi la fica per farmi un ditalino e godere ancora di più, a questo punto ho iniziato a leccare con sensualità anche le sue palle, anche quelle già dure per l’eccitazione.

Ho fatto scorrere lentamente la mia lingua su ogni centimetro dei suoi coglioni fino a raggiungere la cappella. Io continuavo a godere come una porca e penso di aver raggiunto un orgasmo ma, non ve lo saprei dire con certezza perché ero completamente fuori di testa per via della situazione particolarmente eccitante in cui mi trovavo.

La cappella era già bagnata di suo, il suo liquido aveva un buon sapore ed io l’ho sbocchinato per diverso minuti. Ingoiavo il suo cazzo tutto, fino infondo. Era grosso e per riprendere fiato alternavo la bocca alle mani.

Lui era completamente in estasi, faticava ormai anche a stare in piedi. Ad un certo punto i sui gemiti hanno cambiato tono e con le mani ha premuto il mio viso verso il suo cazzo, impedendomi di liberarmi dalla sua presa. Ha sborrato e tutto il suo sperma ha invaso la mia gola e ricoperto la mia faccia, mentre io mi stavo ancora facendo un ditalino.

Credo che a quel punto anche la sua segretaria, dal suo ufficio, abbia sentito il suo capo ansimare di piacere e lui se ne deve essere resto conto solo dopo un po perché ho notato che si è attappato la bocca con le mani. Io nel frattempo mi sono alzata ed usando la mano fradicia con quale fino a poco prima mi stavo masturbando ho preso il bavaglio per ripulirmi il viso dalla sborra del suo cazzo.

Di li a poco la segretaria ha bussato alla porta per verificare che era tutto a posto. Credo che sia una delle esperienze sessuali più emozionanti che ho vissuto.

Se il racconto ti ha eccitato e vuoi sentirne altre oppure ti vuoi masturbare immaginando una scopata con me chiama la mia hot line personale al numero 899.11.11.16 e con la mia voce e le mie perversioni vivrai momenti di eccitazione mai provati!

Ti potrebbe anche interessare:

Donne tettone, è vero che due tette giganti fanno godere di più ?

ragazza che stringe un cazzo tra le tetteNell’immaginario di tutti gli uomini, le donne tettone sono molto più arrapanti di quelle piatte. Anche nei video porno le ragazze che fanno sesso sono sempre ben equipaggiate, hanno delle belle tette grandi e sode che sobbalzano ad ogni singolo colpo.

Si dice che le donne con i seni abbondanti siano molto vogliose di cazzo … grazie a questa dote possono infilarselo in mezzo alle tette, stringerlo con dolcezza facendolo sfregare delicatamente ed allo stesso tempo possono succhiarlo con gusto, ed assaporare la sborra calda che ne fuoriesce.

A tanti uomini porcellini piacciono le donne tettone perchè le considerano delle vacche; ai ragazzi piace la sostanza, la carne da palpare, leccare, succhiare e naturalmente poterci immergere il loro cazzo duro sino a farlo sborrare. Sicuramente preferiscono delle belle tette naturali, burrose, calde ed accoglienti per godere con intense spagnole.

D’altronde ognuno ha i suoi gusti, c’è chi preferisce le donne mature troie, chi le donne pelose e chi appunto le tettone.

Se non riesci a soddisfare la tua ossessione per le grosse tette perchè le donne che conosci sono tutte piatte o non sono disponibili ad assecondarti, non ti devi abbattere. Sul mio sito trovi tante belle foto di ragazze prosperose, bocchinare e con delle mega tette che ti faranno senza dubbio indurire l’uccello a tal punto che non riuscirai a tenere le mani ferme.

Componi il numero della linea erotica a basso costo, e lascia che i tuoi desideri prendano vita. Lasciati andare, ascolta i racconti di sesso di queste donne mentre ti descrivono quanto sono grosse le loro tette, ed immagina di poter godere avvolto da tutta quella carne …

Se hai voglia di vivere un’esperienza indimenticabile con donne tettone pronte a farsi sbattere in tutte le posizioni devi solamente telefonare e godere.

Ti potrebbe anche interessare: