La mia prima volta nel bagno di una discoteca con uno sconosciuto che mi scopata come un toro

Ginevra in discotecaVi è mai capitato di fare sesso sfrenato nel bagno di una discoteca? Come avrete capito io adoro il sesso e sono anche una tipa esibizionista ma, fino all’altro giorno non avevo fatto questo tipo di esperienza, ad oggi posso dire invece che è eccitante da morire farti scopare da un perfetto sconosciuto con il cazzo enorme e la forza di un toro in un luogo pubblico.

Ero a ballare con le mie amiche ed io ovviamente ero salita sul cubo perché mi piace avere gli occhi puntati addosso. Avevo un abitino nero talmente succinto che quasi non mi copriva nemmeno il culo. Camminando lasciava infatti intravedere anche il mio perizoma rosso fuoco….potete immaginare lo spettacolo che davo a tutti i ragazzi che stavano appositamente sotto il mio cubo!!!

Gli uomini del locale erano rapiti dalla mia sensualità e dal mio corpo, che muovevo sopra al cubo a ritmo di musica. Tra tutti quelli che mi stavano ammirando ce ne deve essere stato uno che sono riuscita ad eccitare particolarmente, tanto da prendermi di peso ed infilarmi la sua lingua in gola.

Era molto buio e le luci psichedeliche del locale non mi ha aiutavano a capire bene i tratti somatici di questo tipo… a grandi linee posso dire che era un bel tipo, con un fisico scolpito e probabilmente moro con gli occhi scuri. Non ho avuto molto tempo per rendermi conto che, con me tra le sue braccia, aveva raggiunto il bagno…che dire non ha perso tempo chiacchiere. Infondo le sue intenzioni mi erano state chiare fin da subito e mi andava bene così…l’evolversi della serata mi stava eccitando.

Mi sono ritrovata poco dopo con le spalle al muro, avvinghiata con le mie gambe al suo giro vita e con la sua lingua ancora nella mia gola. Le sue mani hanno iniziato a tastarmi il seno poi le gambe e le cosce… fino al perizoma. Mi ha stuzzicata con le dita fino ad infilarmene uno nella fica, agitandolo con forza… Ero eccitata e questo ditalino mi aveva fatto venire ancora più voglia di farmelo.

Avevo poca libertà di movimento ma, mi sembrava giusto contraccambiare e così gli ho slacciato i pantaloni ed ho preso in mano il suo cazzo. Era grosso e già duro, probabilmente era dritto fin da quando mi ha vista ballare sul cubo. Ho iniziato a fargli una sega ma, ero in difficoltà perché ormai le dita che mi aveva infilato nella fica erano diventate tre ed io stavo godendo come una porca, stavo già quasi per venire.

Ad un certo punto deve essersi reso conto che ero in estasi ed ormai totalmente sua così ha deciso di fare basta con i preliminari e scoparmi con il suo cazzo ormai duro come il cemento. Mi ha infilato il suo uccello nella fica con forza…ero bagnatissima e quindi era sicuro di potermelo ficcare fin su in cima già al primo colpo di fianchi. Sentivo salire il suo cazzone dentro di, ce lo aveva veramente grosso ed era talmente eccitato che con una mano ho sentito anche le sue palle ed erano gonfie di sborra., pronte ad esplodere.

Le sue mani toccavano il mio culo bello sodo, lo palpava con gusto! La mia schiena sbatteva di continuo sulla parete alle mie spalle e grondavo di sudore per l’eccitazione. Ad un certo punto ho sentito un gran brivido percorrermi dentro e sono venuta, mi sono sentita totalmente appagata e soddisfatta. Ho sentito la mia sborra scorrere giù fino al suo cazzo. Probabilmente questo lo ha notato anche lui, considerando anche i miei gemiti di piacere ma, poco gli importava, ha continuato infatti a sbattermi dentro il suo uccello con la stessa forza usata fino a poco prima.

Dopo essermi parzialmente ripresa dall’orgasmo avuto mi sono resa conto che erano diverse le persone intorno a noi che ci guardavano ma, complice la musica assordante e le luci quasi del tutto assenti ho di nuovo perso il controllo di me stessa. Abbiamo continuato a scopare e ad un certo punto è arrivato anche il suo turno, non ha resistito più ed ha sborrato dentro di me…tutto il suo sperma è scorso giù nelle mie gambe, nel mio vestito e per terra. A continuato ad infilarmelo dentro e fuori fino a che anche l’ultima goccia di sperma non è uscita dal suo cazzo.

Solo a quel punto mi ha rilasciata e senza pensarci su mi sono chinata a lui per ripulirgli la cappella con la mia lingua. Mi sono sentita quasi in dovere di farlo per ringraziarlo di avermi scopata come un toro! Ho succhiato tutto lo sperma rimasto nel suo cazzo, ormai sfinito. Avevamo avuto entrambi la nostra dose di adrenalina e da perfetti sconosciuti ognuno ha ripreso la serata al punto in cui l’aveva interrotta. Mi sono risistemata il trucco ed ho raggiunto le mie amiche ansiosa di confidare loro la mia esperienza!

Se il mio racconto ti ha eccitato ed hai voglia di fare del sesso telefonico con me, chiamami al numero 899.11.11.16 e ti farò godere senza limiti perchè ho in mente tantissimi giochini erotici che potremmo fare insieme!

Ti potrebbe anche interessare: