Giornata a tutto mare e sesso

Giornata tutto mare e sessoCiao miei cari! Finalmente è arrivato il caldo e l’altro giorno ho deciso di andare al mare a prendere un po’ di sole.

Sono andata nello stabilimento in cui solitamente vado ogni anno ed ho subito notato il nuovo bagnino che hanno assunto per questa stagione. È un ragazzo bellissimo, muscoloso, moro e con gli occhi verdi.

Lo stabilimento balneare è di una mia amica e finito la giornata di mare mi chiese di fermarmi con lei ed altri amici in spiaggia per mangiare una pizza in compagnia. Ovviamente si fermò anche lui, Luca.

L’alcol quella sera girò a fiumi, a cena eravamo tutti ragazzi e la mia amica aveva provveduto a fare scorte di liquori proprio per festeggiare l’inizio della stagione.

Ogni volta che Luca mi passava accanto mi perdevo nei suoi occhi e lui nei miei ma, non ci parlammo per tutta la sera.

A mezzanotte decisi di andare a farmi un bagno per rinfrescarmi. In riva non c’era nessuno e decisi di fare il bagno nuda quindi mi tolsi il copricostume, il costume e le infradito prima di tuffarmi n acqua. Feci qualche bracciata verso il largo e poi mi girai verso la spiaggia. Vidi una figura spogliarsi ed appoggiare i vestiti accanto ai miei. Mi venne incontro, mentre io rimasi li ferma. Rimasi allibita, era Luca. Si tuffò e mi raggiunse sottacqua, quando risalì in superficie me lo ritrovai a pochi centimetri da me.

Ci guardammo negli occhi per qualche istante e poi ci baciammo. In quel momento mi sentivo veramente bella ed arrapante, le nostre lingue si intrecciarono e le sue mani finirono sul mio culo nudo. Mi sollevò dolcemente ed io avvinghiai le mie gambe al suo bacino. Non sono una ragazza in cerca di sesso o almeno per quella serata non avevo in programma di fare la troietta con il primo che capitava ma, a lui non riuscii proprio a resistere.

Continuammo a baciarci, mi baciò anche i capezzoli turgidi e poi il collo e di nuovo la bocca.

Avevo il suo uccello che sbatteva sul mio culo a causa del movimento delle onde del mare. Sentivo che il suo cazzo era durissimo ed io ormai, come qualsiasi altra donna al mio posto, ero troppo vogliosa quindi mi spostai leggermente e lo feci scivolare nella mia fica di proposito.

Mi penetrò facilmente perché entrambi eravamo molto eccitati, non smettemmo mai di baciarci. Cominciai a muovere il bacino il più possibile per sentire il suo cazzo arrivare fino infondo. Mi toccò di nuovo il culo con le sue possenti mani e mi ci infilò un dito. Mi lasciai a andare al piacere ed iniziai a gemere di piacere. Con le onde del mare ci avvicinammo piano piano alla riva, dove l’acqua era più bassa.

Mi girò e mi fece mettere a pecorina, in ginocchio. L’acqua mi arrivava al petto, mi prese da dietro ed iniziò a spingere forte mentre di aggrappava alle mie tette. Cominciò a sbattermi con forza ma, non potevamo continuare così perché entrambi stavamo urlando di piacere ed avremmo insospettito i nostri amici o qualche ipotetico passante.

Lui raggiunse la riva e si sedette sulla sabbia, l’acqua gli arrivava al petto, mi sedei sopra di lui ed iniziai a muovere il bacino avanti e indietro. Godevo come una troia bollente nel sentire il mio clitoride sfregare sul suo pube, non riuscivo a smettere e mi muovevo sempre più velocemente perché sentivo che stavo per raggiungere l’orgasmo.

Continuammo a baciarci fino a quando entrambi non raggiungemmo l’orgasmo insieme. Sentii la sua sborra invadere la mia fica mischiata all’acqua salata del mare. I miei battiti cardiaci andavano all’impazzata e milioni di brividi pervasero la mia schiena quando sentii il suo cazzo esplodere dentro di me.

Riprendemmo a baciarci per diversi minuti e solo dopo che ci accorgemmo che i nostri amici si stavano avvicinando al bagnasciuga decidemmo di alzarci e rivestirci frettolosamente. Ci guardammo negli occhi un’ultima molta e ci scambiammo un bacio intenso e passionale sulle labbra prima di incamminarci verso la passerella.

È stata un’esperienza porno veramente fantastica e spero che ci incontreremo di nuovo, magari sempre in versione acqua e sapone in spiaggia dopo una caldissima giornata di mare.

Se questo racconto ti ha eccitato ed hai voglia di sentire la mia voce calda e sensuale per gedere fino all’orgasmo chiamami al  numero 899.11.11.16 e ti assicuro che non te ne pentirai!

Ti potrebbe anche interessare: