Sono andata dal dottore perché mi sentivo poco bene e sono uscita rigenerata grazie al suo cazzo enorme!

Ginevra dal dottoreCiao ragazzi, scusate il periodo di assenza ma, in questi giorni, passo ogni minuto libero a prendermi cura di me e del mio corpo!

Ieri sono andata dal dottore per avere consigli su un buon nutrizionista da consultare. In studio c’era fila e ho dovuto aspettare diverso tempo prima che arrivasse il mio turno.

Nel frattempo il dottore è uscito più volte dalla sua stanza ed ho notato con piacere che lo spacco della mia gonna aveva attirato il suo sguardo, così come quello di molti vecchietti presenti in sala… la cosa mi ha da subito un po’ eccitata.

Mi sentivo al centro dell’attenzione e per non distogliere gli sguardi da me ho iniziato ad accavallare le gambe con fare sinuoso ed accattivante. Il tacco altissimo che indossavo e la lunghezza ridotta della mia gonna sicuramente mi hanno aiutata a non passare inosservata.

Dopo diversi minuti di attesa è giunto il mio turno di entrare ed ovviamente mi sono alzata dalla sedia ed ho percorso la sala d’attesa come se fossi in una passerella, sensuale e decisa, sicura di avere tutti gli occhi puntati addosso.

Appena mi sono ritrovata faccia a faccia sola con il dottore ho notato una certa difficoltà a guardarmi dritta negli occhi, probabilmente perché dalla camicetta che indossavo aveva intravisto la scollatura del mio seno.

Il suo vano tentativo di rimanere impassibile e la goffaggine dimostrata nel farlo hanno acceso in me un certo desiderio, ho sentito salire in me un brivido di eccitazione e così ho deciso di farmi avanti avvicinandomi a lui avvicinarmi a lui per capire quale sarebbe stata la sua reazione .

Gli sono andata talmente vicino che potevo sentire il suo respiro sulla mia pelle. Era accaldato ed imbarazzato, l’ho capito dalle goccioline di sudore che iniziavano a formarsi sulla sua fronte. Mi sono slacciata la camicetta e quel punto ho iniziato a sentire il battito del suo cuore accelerare. Ho tolto anche la minigonna ed il perizoma, rimanendo totalmente nuda di fronte a lui.

Era attonito e confuso allo stesso tempo a quel punto gli ho sfilato il camice e l’ho indossato io stessa. Vestita solo di quello l’ho fatto accomodare sul lettino dei pazienti e l’ho spogliato di tutto… ho iniziato dalla camicia per poi scendere fino alla cintura per poi continuare con i pantaloni.

Era rimasto lì, inerme sdraiato sul lettino con solo i boxer addosso. Il suo cazzo era già dritto, in quelle condizioni ormai non poteva più nasconderlo. Sentivo di avere ormai la situazione in pugno e questo non ha fatto che aumentare la mia voglia di farmelo. L’ho spogliato totalmente e gli sono salita sopra e mi sono infilata il suo uccello nella mia passera già bagnata ed ho iniziato a cavalcarlo come una pazza.

Il lettino cigolava, lui grondava di sudore e godeva da morire, io con il suo camice mi sentivo la dottoressa di turno. L’ho scopato con energia, ero eccitata, eravamo bagnatissimi entrambi ed il suo cazzo scivolava dentro di me, fino infondo. Godevo nel vedere il suo volto eccitato ed ancora confuso… la sua solita espressione da perfettino era sparita del tutto!

Ho sentito un gran brivido dentro di me e deve essere stato lo stesso per lui perché entrambi abbiamo avuto un orgasmo da paura. Ho capito che aveva sborrato dalla sua faccia, io mi sentivo in estasi e lui quasi aveva la bava alla bocca da quanto aveva goduto!

Penso che lui non scopasse da tempo o almeno non con così tanta passione. Dopo alcuni istanti serviti per riprenderci i nostri sguardi si sono incrociati, senza dire niente mi sono sollevata e non ho potuto fare a meno di guardare di nuovo il suo cazzo prima che si ricomponesse.

Ci siamo rivestiti facendo attenzione a non fare rumore ed una volta tornati ognuno nei propri panni mi ha accompagnata alla porta, solo a quel punto mi sono resa conto di avere di nuovo gli occhi puntati addosso da parte dei pazienti ancora in sala d’attesa ma, questa volta erano cambiati… Erano sguardi maliziosi e pungenti, forse avevano intuito che tutti i rumori provenienti dalla stanza del dottore non erano del tutto normali per una semplice visita di controllo!

Se hai voglia di sentire i particolari più piccanti di questa storia e vuoi farti una sega al telefono mentre te ne parlo chiamami al numero 899.11.11.16… Ti aspetto!

Ti potrebbe anche interessare:

  • Nessun post correlato