E che sesso sia!

ragazza al telefono eroticoSono in piscina, ed ho voglia di cazzo. Sento il sangue pulsare dalle labbra alla vagina, voglio essere posseduta, sbattuta, sottomessa senza alcun ritegno dal volere di un uomo che sia capace di farlo.

Mi guardo intorno e proprio di fronte a me vedo due ragazzi carini ed atletici; cerco di attirare la loro attenzione mettendo in mostra le mie forme, spingendo in fuori il culo. Mi tuffo in acqua, si sono accorti di me, ma cerco di mostrarmi il più serena possibile e ricambio i loro sguardi con un sorriso.

Uno dei due si avvicina, giochiamo, ci schizziamo, ci inseguiamo sino a che mi raggiunge, mi afferra i fianchi e mi fa sentire la sua erezione. Lo lascio fare, prendo il suo cazzo turgido in mano mi stringo al suo collo, allargo le gambe e mi lascio penetrare.

Però sono infoiata come una cagna, desidero qualcosa di più di questo, qualcosa che mi ecciti al massimo. Esco dall’acqua e vengo raggiunta dall’altro ragazzo, visibilmente eccitato da ciò che ha appena visto. Mi viene in mente una situazione a tre, ed è il giorno giusto perchè mi sento particolarmente predisposta.

Ci spostiamo in uno spogliatoio, lentamente ci togliamo i costumi, uno dei due mi allarga le cosce e inizia a giocare con la passerina in fiamme, inizio a gemere, mi lascio andare completamente ed avverto la sua lingua soffermarsi prima sul clitoride, e poi scendere verso il culo per poi risalire ancora; nel frattempo l’altro si mette di fronte a me e mi infila il suo cazzo in bocca.

Il ragazzo ci sa davvero fare con la lingua, ma si ferma per un attimo e si sdraia, vuole che mi infilzi sul suo uccello, mentre l’altro punta il suo cazzo sul mio culo e mi sodomizza. Ora che ho due cazzi nel mio corpo provo un piacere immenso, e non aspetto altro che essere riempita dal loro sperma.

Ti piacciono le ragazze maialine come me? E allora chiamami subito al telefono erotico a basso costo! Realizzerò tutti i tuoi sogni….

Ti potrebbe anche interessare:

Perverse confessioni

Mi eccita da morire confessare le mie intimità a perfetti sconosciuti, e la cosa interessante è che tutto ciò che racconto non è frutto della mia fantasia, ma è accaduto realmente.

Il cazzo mi piace tantissimo, l’asta dura, la cappella grossa, lucida e gonfia, e lo sperma che schizza a fiotti, una vera prelibateza per le porche come me …… Col tempo però mi sto rendendo conto sempre più di quanto sia piacevole ed eccitante la figa, e di quanto le mie tendenze a volte siano decisamente saffiche. E sto cominciando a capire di aver proprio bisongo di qualcos’altro…..

Non perdo occasione per masturbarmi, sfregarmi la figa con qualsiasi oggetto che mi passi sotto mano, mi apro le labbra e mi struscio per bene la patatina in fiamme, e in genere penso alla figa profumata di una donna, immagino di annusarla, leccarla, assaporandola tra le labbra . Molte volte anche quando scopo con un uomo e magari sono stanca, per aumentare la mia eccitazione, penso alla figa bagnata di quanche mia amica, sperando che sia maiala almeno la metà di quanto lo sono io, e al sono pensiero vengo in un lago di umori.

Non stare li impalato! E’ arrivato il momento di godere con il sesso telefonico a bassissimo costo più eccitante che tu abbia mai provato.

Ti potrebbe anche interessare:

Sculacciate

Ho sempre avuto un debole per rapporti di un certo tipo, ieri però è successo qualcosa di bizzarro con un uomo alquanto particolare anche se apparentemente ‘normale’. Sono stata a casa sua; se ne stava li seduto sulla poltrona quando ad un certo punto mi ha chiesto di sporgliarmi.

Una volta completamente nuda mi ha ordinato di girarmi e di chinarmi in avanti, con un tono molto autoritario. Ho subito eseguito i suoi ordini, immaginando più o meno cosa sarebbe accaduto dopo che il mio culo aperto sarebbe stato all’altezza della sua faccia, ma sono rimasta molto sorpresa quando, senza il minimo preavviso, ha iniziato a sculacciarmi la natica sinistra con forza.

Di fronte a quel gesto non sono riuscita a trattenere un urlo, che esprimeva stupore e dolore allo stesso tempo. Continuò a sculacciarmi alternando le natiche sinistra – destra, destra – sinistra sino a che gli chiesi di fermarsi. Si bloccò per un momento illudendomi che mi avesse dato retta, invece ricominciò più forte di prima sino a che il mio culo non diventò completamente violaceo e dolorante.

Improvvisamente si fermò e capii che si stava masturbando, il mio culo rosso come il fuoco lo faceva eccitare come un maiale…. Si avvicinò a me, pensavo che era solo questione di istanti e mi avrebbe inculata, quando avvertii i suoi gemiti e qualcosa di caldo che mi colava sul sedere, e capii che mi era venuto addosso.

Ti piacerebbe sculacciare il mio culetto sodo? Contattami, ti farò godere come un porco al telefono porno.

Ti potrebbe anche interessare:

  • Nessun post correlato